I polipi - Domande ricorrenti Picture

English Dutch French Italian Russian Swedish

[Tradotto da Sonia Campa, Morgan's Place cattery]

A cura di Cat Moody, Stormwatch Maine Coons
(Ristampato coi permessi)

Avvertenze: non sono un veterinario, sono solo un allevatore che ha affrontato problemi di polipi molte, molte volte. Vi prego di consultare il vostro veterinario per delle appropriate diagnosi e il trattamento del problema. Questa sezione ha il solo scopo di dare alcune informazioni pratiche di base su cosa sono i polipi, qual è stata la mia esperienza e i possibili trattamenti.

Il mio background: Il mio nome è Cat Moody, e sono stato allevatore ed espositore di Maine Coon per circa dodici anni con l'affisso di Stormwatch. Nel primi sette anni di allevamento, ho avuto due volte gatti affetti da polipi, entrambi dopo una malattia delle prime vie respiratorie, un adulto e un cucciolo. Statisticamente, questa è una esperienza normale. Comunque, negli ultimi cinque anni, ho avuto almeno 25 cuccioli affetti, con nessun segno di malattie respiratorie. L'incidenza è aumentata fino all'ultimo anno di allevamento, in cui, di norma, il 50-75% dei miei cuccioli si ammalavano ed io ho smesso di allevare essendo incapace di determinarne le cause.

Da cosa sono causati i polipi?: Sono numerose le teorie che cercando di spiegare le cause dei polipi, ma non ci sono risposte. Comunemente, i veterinari credono che siano coinvolti herpes o calici virus ma dal momento che molti gatti da allevamento risultano positivi ad entrambi i virus, non è sensato pensare che i polipi colpiscano alcuni allevatori e non altri. Tipicamente, i veterinari più esperti di polipi hanno lavorato nei gattili, in cui risiedono cuccioli ammalati per infezioni alle orecchie.

Genetica: Che ci sia una componente genetica, è stato conclusivamente dettato dal mio caso. I miei stalloni non erano imparentati tra loro e così come molte delle mie fattrici. Ho avuto stesse percentuali di polipi sia dagli stalloni, sia usando maschi esterni. Ogni femmina nella mia casa produce almeno un cucciolo affetto, a meno che lei non venisse mandata a vivere altrove per la sua intera gravidanza e finchè i cuccioli non fossero cresciuti. Nessuna femmina venduta dalla mia casa (con una sola eccezione) ha mai prodotto cuccioli malati, anche se entrambi i genitori erano affetti essi stessi, o anche se la femmina stessa aveva avuto un polipo in gioventù. A tutti i miei cuccioli, la diagnosi è stata fatta prima delle 14 settimane di età - se i polipi non erano evidenti a quell'età non li avrebbero mai sviluppati. Lo so, non ha senso, ma abbiamo testato i nostri gatti per ogni cosa possibile ma il mistero è rimasto - doveva esserci qualcosa di ambientale ma non siamo riusciti a individuarlo. Abbiamo avuto veterinari in ogni parte del mondo e ogni tipo di biopsie e test fatti, ma senza risultati. Questo mi ha allontanato dall'allevamento, a causa delle spese e del tormento emozionale. Non ho mai sentito di un altro allevamento affetto da questo problema, in modo così consistente e continuativo negli anni.

Così, il solo lato positivo è che ho pensato molto ai polipi e sono di norma indicato in alcuni circoli come "la regina dei polipi". Ho ricevuto molte richieste da gente in cerca di aiuto, così ho pensato che fosse più semplice postare una FAQ.

Come si forma: Un polipo è un'escrescenza carnosa che cresce nella parte interna dell'orecchio detta bulla. Si tratta di una struttura ossea di forma sferica. Normalmente, ogni scoria che si accumuli nella bulla è espulsa da una delle due cavità - fuori dal canale esterno oppure dietro alla gola attraverso le tube di Eustachio. Se per qualche ragione le scorie si sviluppano allora formano una base fertile per la formazione di polipi. Il polipo forma la sua radice nella bulla ed inizia a crescere. Potrebbe comunque uscire - attraverso l'orecchio (si parla di polipo auricolare), o attraverso le tube di Eustachio e dietro la gola (polipo nasofaringeo). La letteratura veterinaria suggerisce che il polipo nasofaringeo è più comune ma circa il 75% dei miei erano auricolari. A man mano che il polipo cresce, può sia iniziare a spostarsi a destra attraverso il timpano, od ostruire la respirazione del gatto. In entrambi i casi, è importante rimuoverlo appena vengo diagnosticato. L'unico nostro decesso per polipo lo abbiamo avuto in un cucciolo per il quale rimandammo l'intervento chirurgico (aveva anche un difetto al cuore per cui volemmo aspettare che crescesse un po') e il polipo crebbe così tanto da aderire ai maggiori vasi sanguigni che furono nickel durante l'intervento e il cucciolo morì. Non curato, un polipo grande nella gola può completamente ostruire la respirazione e il cucciolo/gatto può soffocare fino alla morte.

Bilateralismo: Credo di essere testimone dell'unico caso nella letteratura veterinaria di un gatto affetto da polipo bilaterale, che è stato scoperto molti mesi fa. Generalmente, si forma su uno dei due lati soltanto. Non sembra che ci sia alcuna suscettibilità in un gatto che abbia avuto un polipo, nello svilupparne un altro.

Sintomi: Possono manifestarsi in molti modi. Sono sicuro che le cose più comuni che vedono i veterinari sono cuccioli che presentano una infezione all'orecchio o tosse, ma i segni possono essere ben lontani da questi. Negli anni, mi sono abituato talmente a loro da riuscire ad individuarli prima che diventassero visibili nell'orecchio. Ciò che tipicamente notavo per un polipo nasofaringeo era uno strano scattare or sbuffare, o qualche volta il cucciolo sembrava sobbalzare stranamente o avere conati di vomito. Potreste notare un problema nella respirazione o nella deglutizione. Per un polipo auricolare, la prima indicazione era tipicamente del cerume biancastro e maleodorante dalle orecchie. Potreste non notarlo se non fosse per il pelo sotto l'orecchio che potrebbe diventare ammassato e rigido. Potrebbe esserci una irritazione rossastra alla base dell'orecchio. Questi sono segni di allerta molto iniziali, e non necessariamente indicano un polipo (a meno che il cucciolo non sia nato a Stormwatch LOL).

Comunque, in un cucciolo o gatto più adulto, o uno in cui il polipo abbia progredito senza essere notato, i sintomi possono essere improvvisi e severi. Sindromi vestibolari possono arrivare brutalmente e drammaticamente - Li ho letteralmente visti apparire nel giro di un minuto. Un cucciolo che appare completamente normale improvvisamente inizia a girarsi in tondo, con un grave tilt celebrale. La testa si piega sul lato della bulla affetta, e il cucciolo continuerà a girarsi in quella direzione. Un altro aspetto è la sindrome di Horner, dove la terza palpebra (di nuovo, del lato affetto) si solleva e oscura completamente l'occhio. Qualche volta è anche rilevabile del nistagmo, per cui la pupilla del lato affetto si sposta rapidamente da sinistra a destra. Ad essere onesti, sembra triste, come se il vostro gatto avesse avuto uno colpo - ma è completamente normale, perché il polipo (o i risultanti rigonfiamenti) preme sul nervo craniale.

E tenete conto che mi sono precipitato in numerosi ambulatori veterinari dai quali mi è stato detto in confidenza "i gatti non soffrono di sindromi vestibolari" al telefono, per cui ho dovuto cercare delle opinioni presso gli appassionati... ed ho sentito ritrattare tutto un'ora dopo, quando ho portato il cucciolo da loro. Troppe volte ho sentito di questi atteggiamenti diagnosticati immediatamente come neurologici - e sebbene possano esserne un caso, sono spesso manifestazione di polipi. Questi sintomi si risolvono tipicamente molte settimane dopo l'intervento ma nella mia esperienza, più a lungo ho aspettato dalla comparsa dei sintomi per intervenire chirurgicamente, più probabilmente il cucciolo riteneva il tilt.

In un caso, abbiamo avuto un cucciolo... Alla fine siamo intervenuti chirurgicamente mesi dopo e non sono stati trovati polipi ma la bulla era così piena di infezione da causare gli stessi sintomi. Il gatto manifesta tilt celebrale permanente... ed è, ovviamente, ancora oggi chiamato "Tilt" dai suoi nuovi proprietari.

Correzioni chirurgiche: Il polipi devono essere trattati chirurgicamente, non medicalmente. Nessun antibiotico o combinazioni di antibiotici riescono a farli sparire. Ci sono due metodi di base.

Uno è definito generalmente come "placcaggio", ed è meno invasivo e meno costoso rispetto all'altro. Sfortunatamente, ha una bassa percentuale di successo. Il cucciolo/gatto viene sedato, e il veterinario, passando per la bocca o la gola, raspa la parte esposta del polipo con un estrattore e lo estrae. Il problema è, come quando si raspa un dente di leone, che le radici tendono a rimanere nella bulla e il polipo ricresce - il 70% delle volte. L'unica volta che ho fatto uso di questo metodo è stata in un cucciolo molto giovane che era troppo piccolo per una chirurgia di successo, il quale era letteralmente soffocato dal polipo (che rendeva il sedarlo anche più rischioso). Lo abbiamo placcato e fatto crescere per un po'. Il polipo è ricresciuto nel giro di quattro settimane ma per allora la gatta divenne abbastanza grande da affrontare la chirurgia direttamente senza problemi.

Da allora, il metodo che preferiamo è l'osteotomia della bulla ventrale o VBO. É costosa (in quest'area, costa 1200-1500 dollari), avete bisogno di un chirurgo esperto, ed è necessario un periodo di ricovero - ma non nessun polipo è mai ricresciuto. L'unica complicazione avuta, estremamente rara, è una infezione ossea nel sito dell'intervento, manifestatasi molti mesi dopo (e successivamente risolta). Il veterinario apre chirurgicamente la bulla tramite il lato del collo, la ripulisce e sradica le radici del polipo. Il polipo viene allora estratto e viene inserito un tubo drenante. Il cucciolo resta dal veterinario per 2-4 giorni e sono necessari circa dieci giorni di convalescenza - generalmente, si dà un antibiotico, assicurandosi che l'incisione e il tubo siano puliti e si comprime la zona per ridurre il gonfiore. Il cucciolo generalmente sembra sentirsi molto meglio in un paio di giorni. Anche se il cucciolo non ha sintomi prima dell'intervento, li avranno dopo - tipicamente, un head tilt e una sindrome di Horner. In moti casi, questi sintomi si risolveranno completamente in 2-4 settimane.

La buona notizia, di nuovo, è che la VBO è risolutiva al 99% e i polipi non dovrebbero mai più ricomparire. È una delle poche diagnosi reversibili che un gatto può avere e per cui esiste una soluzione a lungo termine. Comporta, comunque, alcune considerazioni difficili per un allevatore - dovreste essere in grado di giustificare la spesa di 1500 dollari per "sistemare" un cucciolo e dopo venderlo per 500 dollari o giù di lì. Sul lato dei vantaggi c'è la curabilità al 90%, per cui un cucciolo non sarà mai più affetto, e i nuovi genitori e il cucciolo possono anticipare una vita completamente normale. Non ho mai scelto di applicare l'eutanasia ad un cucciolo se la cura era l'unico problema - ma potete capire come l'allevare possa avermi finanziariamente condizionato. Non conosco molti allevatori che hanno fondi illibati e i costi possono essere un fattore per molti nel prendere le decisioni. Il grado di successo è alto, il rischio è basso... ma il prezzo da pagare è molto costoso.

Le uniche complicazioni furono una morte dovuta a dissanguamento (e credo che fu inevitabile), un head tilt permanente e una sordità completa in uno dei gatti bilaterali. Non posso dire con certezza se tutti i polipi auricolari portassero sordità perché potresti non notare la sordità in un gatto di un anno.

Mi viene spesso chiesto se alleverei un gatto affetto da polipi o se ho avuto una cucciolata affetta o un genitore con polipi - che è una decisione individuale dell'allevatore. Nel mio caso, sappiamo che non era una questione genetica, e che non dipendeva dalle nostre decisioni di allevamento. Sappiamo anche che in questo allevamento, sebbene tutti i nostri gatti fossero probabilmente herpes e calici positivi, non abbiamo mai avuto una singola incidenza o manifestazione di malattia o tipiche infezioni alle orecchie in nessun gatto o cucciolo durante questi cinque anni (lo so, è strano). I nostri cuccioli erano sempre completamente isolati dagli adulti, quindi se si tratta di qualcosa di virale, deve essere qualcosa che le madri diffondono ad un certo punto della gestazione o della lattazione. Non lo sapremo mai - e mi auguro che nessuno di voi lo sperimenti! Molti dei casi che ho sentito riguardavano un singolo cucciolo o un gatto, o una particolare cucciolata che aveva avuta numerosi cuccioli malati. Non so se è perché allevavo Maine Coon e questo è la gente che me lo dice ma molti dei casi di cui ho sentito riguardavano i Maine Coon.

Se avete altre domande alle quali posso cercare di rispondere, potete scrivermi un'email a Catmoody@aol.com - ma, per favore, ricordate che io non sono un veterinario, solo un allevatore, e dovreste consultare il vostro veterinario se sospettate o asserite dei polipi. Questa sezione è destinata a condividere cosa ho vissuto, a rendere il processo un po' più familiare ad altri che hanno il problema.