Allevare una cucciolata
divertente forse, semplice mai
Picture

English Chinese German Danish Spanish French Italian Dutch Norwegian Polish Portuguese Russian Swedish Taiwanese

[Tradotto da Sonia Campa e Salvo Rinzivillo, Morgan's Place cattery]

Conoscere il pedegree

La conoscenza dei pedegree viene spesso sottovalutata. Per molti allevatori neofiti ci vuole un po' prima che realizzino quanto sia importante e imparano ancora più tardi cosa guardare in un pedegree.

Spesso vediamo che l'animale che abbiamo comprato per primo, dopo un po' non soddisfa più le aspettative dal punto di vista, per esempio, del pedegree. Negli anni successivi all'acquisto del primo riproduttore, acquistiamo maggiori conoscenze circa il suo background familiare. Per esempio, siccome i progenitori del nostro gatto sono stati usati intensivamente nella riproduzione, è difficile trovare un partner adatto a lui. Oppure, scopriamo più tardi che uno dei suoi predecessori ha trasmesso tratti negativi ad alcuni dei suoi discendenti, come difetti genetici o debolezze varie in relazione allo standard.

Molta gente non sa cosa guardare in un pedegree. Il fatto che un animale ha un pedegree, non sempre significa che è un esemplare di razza pura. In alcune razze, il crossbreeding (incrocio tra razze) è concesso. Per alcune razze i libri genealogici sono ancora aperti e i gatti senza un pedegree che abbiano grandi somiglianze con una razza, possono essere usati negli incroci. In entrambi i casi, lo si fa per ampliare il pool genetico. Esistono regole severe per regolamentare questi incroci, le quali descrivono quali gatti si possono o non si possono usare.

Comunque, nel passato ci sono stati alcuni incroci poco desiderabili che ancora oggi provocano dei problemi in alcune razze. Come il proibitissimo gene point (il colore del Siamese) nella razza Maine Coon.

Come dire se nel pedegree del proprio gatto è tutto apposto? Alcune associazioni feline europee annotano sul pedegree il codice EMS di ogni gatto. Per un Norvegese delle Foreste è "NFO", per un Sacro di Birmania è "SBI" e per un Maine Coon è "MCO". Se l'annotazione sul pedegree è "XSH" o "XLH", significa che il gatto non è un gatto puro (XSH sta per gatto domestico a pelo corto, XLH sta per gatto domestico a pelo lungo). E' possibile anche trovare descrizioni tipo "exp. 1e generation" o qualcosa del genere sul pedegree (dove "exp." Sta per "sperimentale"). Di nuovo, ciò significa che avete a che fare con un gatto che non è puro.

Anche se non sapete cosa tutti i segni, le sigle, le abbreviazioni su un pedegree significano, sarete comunque in grado di capire se tutto è ok, avrete solo da pensare in modo logico e prestare attenzione. Se tutti tra che 1 o 2 animali hanno le stesse abbreviazioni, chiedete spiegazioni. Contattate altri allevatori o l'associazione che ha emesso il pedegree. Loro possono spiegarvi cosa significano le abbreviazioni e perché quei 1-2 gatti hanno descrizioni diverse. Non assumete mai che il pedegree significhi qualità o integrità, né per l'allevatore, né per il gatto. Investigate da voi e andate a fondo per quante più generazioni possibile. Un pedegree non è una garanzia!

Infine, ci sono altre cose che potete derivare dal pedegree del vostro gatto, come la percentuale di inbreeding. Per calcolare questa percentuale al meglio, è importante guardare a 4 o 5 generazioni indietro sul pedegree. Se vedete il nome di un gatto menzionato più di una volta, non vi ci vorrà tanto per realizzare che vi è stata qualche forma di inbreeding. Il livello di inbreeding può essere calcolato da un comune programma per pedegree come PawPeds.

Successivo...