logo

Glossario

[Tradotto da Andrea Amaroli, Allevamento Hollycoon.]

per inbreeding: si intende l'incrocio tra due animali che sono imparentati più della media di parentela della razza. Comunemente con inbreeding ci si riferisce a un incrocio tra parenti stretti quali ad esempio un padre con una figlia, un fratello con una sorella o un fratellastro con una sorellastra. I programmi di allevamento spesso usano questa strategia per concentrare geni desiderati nel pool genetico della linea, fissando così una tipologia o un determinato look. Questo è un processo che tuttavia espone alla selezione e quindi fissa nella linea oltre ai geni "buoni" anche quelli "cattivi". Se una linea porta una mutazione (gene recessivo) favorevole o svantaggiosa che sia, è chiaramente più probabile che essa si manifesterà con l'inbreeding. La scuola di pensiero è che se da una parte l'inbreeding a breve termine determina la nascita di molti gattini "difettosi", a causa del gene negativo, la sua conseguente eliminazione dal programma sul lungo termine risulterà nell'interesse nella razza.

Line-breeding: nell'uso comune è un incrocio tra individui che hanno antenati comuni entro la IV o V generazione, generalmente è un incrocio meno stretto dell'inbreeding.

Inbreeding Depression: è la perdita di vigore dovuta all'aumento di omozigosi di un numero sempre maggiore di geni. Il continuo incrocio di gatti imparentati, generazione dopo generazione, incrementa la probabilità che un gatto erediti gli stessi geni più e più volte. Ciò può portare a un individuo con una ridotta variabilità genica, che a sua volta determina un sistema immunitario meno efficiente. I gatti posso produrre anticorpi solo dai geni che possiedono, pertanto la riduzione del numero di geni differenti si traduce in una diminuzione del numero di differenti anticorpi prodotti. La capacità di un animale di produrre diversi anticorpi è drasticamente ridotta se è ridotta la sua diversità genetica, in altre parole se essa proviene da un piccolo pool genico. Il tutto si straduce in una maggiore predisposizione alla malattia, con tempi di recupero maggiori. I cuccioli possono essere piccoli, letargici, con crescita scarsa e anche morire. Anche la capacità riproduttiva può essere compromessa. Vedi articolo su Inbreeding Depression

Outcross: è l'incrocio tra gatti di differenti linee di sangue (non imparentati). L'inbreeding eseguito per tre o quattro generazioni in genere porta alla fissazione dei caratteri, dopodiché un ulteriore miglioramento diventa difficile. A questo punto la salute della linea può iniziare a soffrire. Potrebbero insorgere problemi riproduttivi o si potrebbe sviluppare un sistema immunitario indebolito. Molti allevatori trovano pertanto saggio introdurre nuovo sangue nella linea. Ciò consiste in un "incrocio outcross"; i gatti che nasceranno potranno mostrare un miglioramento nella loro salute e vigore sin da quando nascono.

Gatto di Fondazione: un gatto di fondazione è un gatto i cui parenti, per quanto ci è dato sapere, hanno contribuito al pool genetico solo attraverso quel particolare gatto. Ad esempio, Bridget, parenti: sconosciuto x sconosciuto, è un gatto di fondazione. I suoi parenti potrebbero aver contribuito al pool genetico di altri gatti ma si assume, non sapendolo, che ciò non è avvenuto; se non ci sono evidenze contrarie. Un gatto di fondazione è in pratica un'unica combinazione di geni da introdurre negli altri gatti della razza. I gatti di fondazione a cui si fa riferimento in questo sito sono quelli che hanno fondato la razza Maine Coon prima che il libro di fondazione venisse chiuso, al contrario i nuovi gatti di fondazione sono quelli introdotti in un già stabilito pool genetico. Mettere nuovo sangue di fondazione è un processo lento e difficile che coinvolge diverse generazioni e registri. Ad esempio: un gatto di fondazione F1 è un Maine Coon di prima generazione spesso trovato occasionalmente nel Maine o negli stati limitrofi. ACA ha il suo libro di fondazione aperto così quando un allevatore trova un gatto che assomiglia come standard al Maine Coon, può registrarlo come F1 in ACA. La parentela non è conosciuta e la data di nascita è solo stimata. Talvolta il Maine Coon di fondazione può essere trovato in una fattoria dove i suoi parenti vivono e la sua data di nascita è conosciuta in questo caso per il gatto F1 si avranno queste informazioni a disposizione. Una volta registrato in ACA, il gatto è allevato con altri gatti di fondazione i cuccioli che ne nascono sono quindi registrati in ACA come F2. ACA registra solo sino a F3 dopodiché i cuccioli sono registrati in CFF. CFF non registra cuccioli con pedigree con meno di F3. TICA e ACFA registrano dalla F4. CFA registra solo dalla F5 ma i gatti non possono essere mostrati agli show. Solo una volta che il gatto sarà F6 allora verrà considerato come gatto PED.

Gene: è un segmento di DNA, generalmente una regione che codifica per una singola proteina. I geni sono portati sui cromosomi. I gatti generalmente hanno 19 coppie di cromosomi.

Locus: designa la posizione di un gene all'interno di un cromosoma. Ogni gene appartiene a un locus, tuttavia molti geni possono appartenere ad uno stesso locus.

Allele: è una variante di un gene, in pratica il genotipo di un individuo relativamente ad un gene è il corredo di alleli che egli si trova a possedere. In un organismo diploide, in cui sono presenti due copie di ogni cromosoma, il genotipo è dunque costituito da due alleli. Se due alleli in un individuo diploide sono identici tali alleli verranno chiamati autozigoti se entrambe derivano direttamente da un antenato comune, al contrario verranno chiamati allozigoti se non derivano da un antenato comune o meglio non derivano da un antenato comune identificabile, perché molto lontano nel tempo.

Genotipo: è l'insieme degli alleli portati da un individuo ovvero la totalità dei geni presenti nel suo genoma.

Fenotipo: è l'insieme delle caratteristiche esteriori del gatto influenzate dal genotipo.

Aploide: Individuo che porta una coppia di ogni gene ovvero possiede un solo cromosoma per ogni tipo.

Diploide: Individuo che porta due coppie di ogni gene ovvero possiede coppie di ogni cromosoma.

Omozigote: Individuo che porta due alleli identici.

Eterozigote: Individuo che porta due alleli differenti.

Omozigosi: è la condizione genetica di una cellula o di un organismo costituita dalla presenza di alleli identici per un dato gene. Si parla di omozigote dominante (AA) quando un individuo possiede, per un singolo gene, due alleli uguali dominanti; un omozigote dominante è fenotipicamente uguale a un eterozigote, è quindi di più difficile individuazione: per individuare il genotipo di un individuo si può ricorrere al testcross o reincrocio. Si parla invece di omozigote recessivo (aa) quando un individuo possiede, per un singolo gene, due alleli uguali recessivi; un omozigote recessivo ha un fenotipo unico nel suo genere ed è quindi di immediata individuazione.

Eterozigosi: è la condizione genetica di una cellula o di un organismo costituita dalla presenza di alleli diversi per un dato gene. Ad esempio un gene mackerel tabby (dominante) e un gene classic tabby (recessivo). Un individuo con eterozigosi mostrerà le caratteristiche del gene dominante e al 50% potrà trasmettere, ma non manifestare, le caratteristiche del gene recessivo.

Popolazione: l'insieme degli individui della medesima specie; demes - il pool di geni associati con una popolazione isolata.

Pool Genico: è la raccolta di geni disponibili tra membri riproduttivi di una popolazione.

Coefficiente di Inbreeding: misura la probabilità che due alleli provenienti dai genitori siano identici (autozigosi). È la proporzione di geni che sono omozigoti in seguito alla relazione tra i parenti. In altre parole è la percentuale di probabilità che un particolare gene sia omozigote in seguito alla relazione tra parenti. Così con 100% si intende che il gatto ha omozigosi per tutti i geni. Questo è avviene per un gatto che per ogni gene ereditato dalla madre ne eredita uno identico dal padre. Questo accade quando padre e madre sono molto imparentati. Un coefficiente di inbreeding pari a 0% vuole dire che non ci sono geni omozigoti in quanto non ci sono relazioni di parentela tra i genitori. Tuttavia i geni possono essere omozigoti per casualità. Se il coefficiente di inbreeding è uguale allo 0% vuol dire che i genitori del gatto non sono imparentati. Alcuni esempi:

  • Quando il gatto è il frutto di un fratello con una sorella: 25 %
  • Quando il gatto è il frutto di un gatto con il suo genitore: 25 %
  • Quando il gatto è il frutto di un fratellastro con una sorellastra: 12.5 %
  • Quando un gatto è il frutto di un gatto con uno dei nonni: 12.5 %
  • Quando un gatto è il frutto di un gatto con un cugino: 6.25 %